La Contact Improvisation

Lo sapevi?

La Contact Improvisation

è una forma di danza che fa bene a tutti perché tutti possono praticarla e sperimentarne i molteplici benefici.


La Contact Improvisation nasce negli Usa negli anni ‘70 dal lavoro di un gruppo di danzatori e grazie all’impulso di Steve Paxton per esplorare nuove possibilità di movimento e di comunicazione.

La sua tecnica si basa sul trasferimento di peso, fiducia reciproca, ascolto, fluidità ed equilibrio. Forza di gravità e pavimento sono come due partners che consentono a chi danza di muoversi mantenendo il contatto costante con l’altro, e cercando di risolvere ogni azione in passaggi semplici e continui.
Si danza in improvvisazione cercando un fluire continuo delle energie, piuttosto che costruire forme puramente estetiche.

Nella Contact Improvisation viene sottolineato il piacere di danzare con qualcuno in modo spontaneo. Avviene uno scambio tra le persone. Si stimola così l’apertura ad un processo di apprendimento e di osservazione di se stessi in ciò che sta accadendo qui ed ora, imparando a conoscere i propri modi di muoversi e cercandone di nuovi.

La sua pratica potenzia la capacità di relazione e la percezione sensoriale. Il corpo si educa al peso, al peso dinamico, allo spazio/tempo, e acquisisce così una consapevolezza personale che permette di padroneggiare le leggi stesse della fisica.

La Contact Improvisation è una pratica che permette a tutti di danzare abbandonando schemi ed aspettative e soddisfa il desiderio di muoversi in armonia, naturalezza e libertà.

Quando il corpo è rilassato, imprevisti ed emergenze possono essere affrontati con calma, e questa modalità di danzare può trasformarsi in una modalità di vivere.