Danza in Fascia: l’essere in con-tatto – Per genitori e bimbi 0-12 dal 26 gennaio 2018

Il percorso accompagnerà i genitori verso la libera espressione in movimento valorizzando le qualità di ognuno e ripercorrendo insieme ai propri figli le naturali fasi evolutive del bambino già dai primi giorni di vita: l’istinto di farsi tenere, il bisogno di contatto pelle a pelle, la scoperta del suolo attraverso la spinta, il rotolamento, il gattonamento…

Bambini e adulti saranno insieme i danzatori e i creatori di questo percorso evolutivo.

Il corso sarà arricchito da elementi di danze tradizionali del Nord Africa e dell’Asia Centrale grazie alle quali si esploreranno aspetti come l’intimità nella coppia genitore-figlio, il ritmo, il senso di appartenenza ad un gruppo.
Un viaggio nel tempo e nello spazio dove il qui e ora prenderà forma nello scambio profondo tra genitori e figli.

 

Perchè danzare portando il figlio nella fascia?

Il portare i neonati è una pratica antichissima che risponde ad un istinto fisiologico proprio di noi esseri umani in quanto mammiferi.

Il bambino ha bisogno di aggrapparsi al corpo della mamma e a quello del papà per sentire di esistere nel mondo e il genitore è il tramite attraverso il quale questo avviene.
Genitore e figlio si organizzano così in un dialogo dinamico tra corpi in cui è messa in gioco principalmente la competenza intuitiva.

La fascia diventa è un elemento che permette di attraversare le varie fasi evolutive della crescita del bambino in maniera armonica.

Danzare portando il proprio figlio nella fascia favorisce una cultura del contatto come base per una strutturazione sana della persona e delle sue relazioni primarie, promuove un’educazione all’empatia.

E poi, danzare con i figli nella fascia è divertente e genera buon umore!


A chi è rivolto

bambini da 0 a 12 mesi con i loro genitori.

Quando

Venerdì 26 gennaio
Venerdì 2 febbraio
Venerdì 9 febbraio
Venerdì 16 febbraio

 

 

 

Orario

Dalle 11.00 alle 12.00

Gli incontri avranno la durata di un’ora circa, nel rispetto dei tempi e dei bisogni dei bambini.

Regole

E’ necessario venire con abiti comodi, una fascia o un marsupio. Si lavorerà senza scarpe.
Gli incontri sono pensati nel rispetto dei tempi dei bambini (allattamento, sonno…).
Non serve nessuna esperienza pregressa in danza ma solo il desiderio di mettersi in ascolto e esplorare le proprie potenzialità.

Costo

60€ 4 lezioni

20€ lezione singola

 

È obbligatoria la prenotazione:

Fabiola Maggio: 3404100663
info@feldenkraismaggiore.it

Conduce il laboratorio

Soad Ibraim è una danzatrice italo- egiziana. Laureata in Comunicazione Interculturale all’Università di Torino. Dal 1998 conduce ricerche sulle danze tradizionali e gitane del Nord Africa e dell’Asia Centrale. Dal 2009 studia anche danza contemporanea ed è attualmente danza movimento terapeuta in formazione. E’ cresciuta tra l’Egitto, la Grecia e l’Italia dove ha lavorato principalmente con famiglie di richiedenti asilo politico e nomadi imparando a danzare insieme a loro. Dal 2010 vive in Sicilia e promuove la danza nella relazione genitori-figli. Presso il CESIE di Palermo lavora in progetti d’inclusione sociale di persone svantaggiate. Ha studiato con insegnanti di fama internazionale tra cui: Angela Loureiro, Lucia Zahara, Pejman Tadayon, Miriam Peretz, Victoria Ivanova, Mo Geddawi, Aziza Abdul Ridha.